Dieta Senza Lattosio: ne sappiamo abbastanza?

– A TU PER TU CON IL NUTRIZIONISTA –

Molti dei nostri Soci ed utenti si possono definire Veterani dell’intolleranza al lattosio. Hanno anni di esperienza nel mondo del senza lattosio e hanno messo in campo varie strategie per tenersi lontani da inconvenienti spiacevoli e dolorosi.

Ma siamo sicuri di saperne abbastanza? Che siate neo-intolleranti o intolleranti senior, vi sarete sicuramente posti le domande seguenti.

Per rispondere abbiamo chiesto di nuovo aiuto a Nico Donati, dietista nutrizionista che già conosciamo, per rispondere a queste 5 domande. Partiamo!

Sono intollerante e sto seguendo una dieta senza lattosio, ma non ho sintomi evidenti: devo comunque continuare a mangiare senza lattosio per tutta la vita?

Partiamo dal dire che solo il 30 – 50% delle persone che non digeriscono lattosio ha sintomi. Tuttavia, quando questo zucchero finisce nel colon dopo aver attraversato indigerito l’intestino, viene fermentato dalla flora batterica, producendo sostanze dannose per diversi tipi di cellule. In ottica preventiva, quindi si consiglia di escludere il lattosio anche se non si hanno sintomi, al momento, evidenti.

Se sono fuori casa e non posso evitare il lattosio in un cibo, posso mangiarlo?

Come esposto sopra, se si è intolleranti si sconsiglia di assumere lattosio anche saltuariamente. Tuttavia, in casi di necessità, è possibile ricorrere all’uso di integratori contenenti lattasi in grado di digerire questo zucchero, da utilizzarsi come soluzione occasionale.

 Mangio senza lattosio da molti anni ma ho un dubbio: dovrei escludere anche il glutine dalla mia dieta?

Di base, l’intolleranza al lattosio non predispone anche a disturbi legati al glutine. Data però l’uguaglianza dei sintomi tra queste condizioni, se nonostante l’esclusione del lattosio alcuni sintomi persistono, potrebbe essere utile indagare la presenza di Celiachia o Gluten Sensitivity.

Ho notato che molti prodotti confezionati senza lattosio sono anche senza glutine, ma ho sentito dire che non sono molto salutari: è vero?

Assolutamente No! Non ci sono differenze nel contenuto nutrizionale degli alimenti senza glutine rispetto ai tradizionali. Tuttavia, anche per essi valgono le stesse regole di una sana alimentazione: ridurre l’assunzione di prodotti confezionati e prediligere cibi il più possibile naturali. E’ consigliabile però non escludere mai completamente il glutine dalla dieta: se in futuro si dovesse indagare la presenza di celiachia, i risultati delle analisi potrebbero risultare falsati.

Posso sostituire latte e latticini con prodotti 100% vegetali, ad esempio “latte” di riso e “formaggi” di soia oppure corro qualche rischio?

Sì, è possibile sostituire latte e latticini tradizionali con omologhi vegetali. Data però la diversa composizione nutrizionale, soprattutto in calcio, è consigliabile variare tra prodotti animali e vegetali, scegliendo questi ultimi addizionati di Calcio e Vitamine, in particolare Vit. D e Vit. B12.

 

Dott. Nico Donati

Dietista Nutrizionista 

 

Bibliografia

  • Cos’è l’intolleranza al lattosio – Associazione Italiana Latto-Intolleranti;
  • Comunicato Stampa AIC 3 Novembre 2017: “Studio AIC fa chiarezza: infondata la paura che la dieta senza glutine sia dannosa;
  • Vesa TH, Marteau P Korpela R. Lactose intolerance. 2000, J. Am. , p. 19.
  • Borghini, G. Donato, D. Alvaro, A. Picarelli. New insights in IBS-like disorders: Pandora’s box has been opened; a review, Gastroenterol Hepatol Bend Bench; Spring 2017,10(2):79-80.
  • Elisa S, Irene M, Roberta C, Federica S, Erika A, Giovanna DVB, Omero AP, Emma CM, Silvia S, Francesca Z, Francesco P, and Giovanni M. Frequency and Cause of Persistent Symptoms in Celiac Disease Patient on a long term gluten-free diet.2016, J Clin Gastroenterol.
  • Catassi C, Bai JC, Bonaz B, Bouma G, Calabrò A, Carroccio A, Castillejo G, Ciacci C, Cristofori F, Dolinsek J, Francavilla R, Elli L, Green P, Holtmeier W, Koehler P, Koletzko S, Meinhold C, Sanders D, Schumann M, Schuppan D, Ullrich R, Vécsei A, Volta U, Zevallos V, Sapone A, Fasano A. Non-celiac gluten sensitivity: the new frontier of gluten related disorders. 2013, Nutrients;
  • Swallow DM.Genetics of lactase persistence and lactose intolerance. 2003, Ann. Rev., p. 37, 197–219.
  • Peter j.T Dekker, D. Koenders, M J. Bruins Lactose-Free Dairy Products: Market Developments, Production, Nutrition and Health Benefits – Nutrients 2019, 11, 551.
  • Basso MS, R Luciano, F Ferretti, M Muraca, F Panetta, F Bracci, S Ottino and A Diamanti. Association between celiac disease and primary lactase deficiency. 2012, European Journal of Clinical Nutrition, p. 66, 1364–1365.
  • Escott-Stump, S.Nutrition Diagnosis-Related Care; Eighth Edition, 2015.