La cipolla fritta è una ricetta a cura dello chef Ermanno Zago del Ristorante Le Querce aderente al progetto “Senza Lattosio Fuori Casa”

Descrizione ricetta:
In questo caso, inutile dirlo, un anello tira l’altro. Anche coloro che solitamente non amano la cipolla la trovano deliziosa una volta fritta.
È un piatto che incontra tutti i gusti: dolce e croccante, viene apprezzata da grandi e bambini.

Per 4 persone:

  • 2 cipolle grosse
  • 150 g farina di riso
  • 250 g farina 00
  • Acqua frizzante
  • Olio di arachidi

Procedimento:

• Miscelare assieme le due farine
• Aggiungere gradualmente l’acqua frizzante fredda fino a che la pastella risulti essere cremosa e liscia. Lasciare riposare la pastella in frigorifero per circa venti minuti.
A piacere, si può aggiungere del rosmarino tritato.
• Prendere la cipolla, sbucciarla e tagliarla ad anelli.
• Nel frattempo, in una padella, riscaldare l’olio di arachidi a 175 °C.
• Passare gli anelli di cipolla nella pastella fredda e immergerli nell’olio: lo shock termico permetterà di ottenere una maggiore croccantezza.

Per rendere questo piatto ancora più sfizioso, lo si può servire con una salsa di yogurt “delattosato” <0.01% e formaggio spalmabile “delattosato” <0.01%, arricchita con un trito di erbette aromatiche o con della salsa maionese.

 

CONSIGLI DELLO CHEF:
Aggiungere il sale solo alla fine.
Se si utilizzano altre tipologie di olio, è importante che essi abbiano un alto punto di fumo.
Per rendere più gonfia la pastella, si può aggiungere del lievito secco; in questo caso è necessario tuttavia mettere un po’ di sale; il lievito, infatti, si attiva con sale e temperatura.
Se, invece, si vuole una pastella più rustica, basterà aggiungervi una piccola percentuale di farina di mais. Questa tipologia di pastella può essere utilizzata anche con altre verdure.

 

Ermanno Zago, Chef