Il trancetto di salmone in alga Nori è un piatto giappo-mediterraneo

Una ricetta di Tiziana alias Nonna Paperina

“Ad alcuni potrebbe apparire come una definizione un po’ ardita, ma questo trancetto di salmone in alga Nori può essere considerato a tutti gli effetti un piatto sia giapponese che mediterraneo. I dubbi da questo punto di vista sono (solo all’apparenza) giustificati, in quanto la cucina mediterranea e giapponese hanno poco in comune. La prima, infatti, predilige l’uso dell’olio, mentre la seconda di altri tipi di grassi; inoltre la cucina mediterranea predilige piatti di media densità, mentre quella giapponese i piatti liquidi. Eppure questo piatto ha realmente qualcosa di giapponese e di mediterraneo. Di “nipponico” ha per esempio l’aspetto: da fuori, questo trancetto di salmone in alga Nori assomiglia davvero a un classico assaggino da ristorante giapponese. Sono anche nipponici gli ingredienti principali: salmone, alghe e zenzero.

Di mediterraneo ha invece il metodo di cottura. Il trancetto di salmone in alga Nori, infatti, viene cotto al forno, un metodo certamente conosciuto ai giapponesi, ma poco utilizzato (a tutto vantaggio del vapore). Questa particolarità rende il piatto davvero riconoscibile al palato, se a gustarlo è un occidentale. L’impatto visivo e gli ingredienti sono invece “abbastanza” giapponesi. Il riferimento è anche al salmone, che appartiene, tuttavia, in egual misura alle due tradizioni culinarie; una presenza importante, sia dal punto di vista gustativo che nutrizionale. Sul sapore del salmone (liscio, corposo e gradevole) c’è ben poco altro da dire, dal momento che è un ingrediente che abbonda nelle tavole italiane ed è conosciuto da tutti.”

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 tranci di salmone fresco da circa 250 gr.  l’uno;
  • 8 fogli di alga Nori;
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere;
  • 1 pezzettino di zenzero fresco;
  • 2 cucchiai di maionese light;
  • 2 cucchiai di aceto di riso;
  • q. b. di sale;
  • q. b. di pepe.

Preparazione:

Rimuovete la pelle e le lische al salmone, poi tagliatelo in 8 piccoli tranci di uguale dimensione. Ora bagnate il salmone con l’aceto di riso e manipolate delicatamente aggiungendo lo zenzero in polvere, un po’ di salate e di pepe. Stendete 8 fogli di alga Nori, bagnateli leggermente di acqua per garantire una migliore aderenza e poi avvolgeteci i trancetti di salmone che avete preparato.

Adagiate i rotolini ottenuti in una teglia coperta con carta da forno. Infine, cuocete in un forno già riscaldato a 180 gradi per 12-15 minuti. Una volta trascorso questo lasso di tempo, impiattate: posizionate ogni trancetto su un piatto, tagliatelo a metà, poi decorate con qualche fettina di zenzero fresco e con la maionese light. Servite e buon appetito!

Tiziana