Per gli intolleranti al lattosio esistono degli integratori specifici, ovvero gli integratori di lattasi (l’enzima mancante o parzialmente funzionante) che, se assunti poco prima dell’ingestione dell’alimento contenente lattosio, permettono di digerire quest’ultimo. Ma non fanno miracoli, non si può abusarne e non curano l’intolleranza al lattosio!

Sono utili per concedersi uno strappo alla regola o quando non siamo sicuri di ciò che ci attingiamo a mangiare.

Cosa contengono? Possono contenere la lattasi sottoforma di beta-galattosidasi oppure lattasi ottenuta da batteri lattici, muffe e lieviti (ad esempio il più comune Aspergillus), quest’ultima è più specifica.

Attenzione! Gli integratori di lattasi si differenziano dalle miscele enzimatiche (contenenti differenti enzimi digestivi tra cui la lattasi ed altri componenti) coadiuvanti della digestione in genere dei carboidrati.

Quanto lattosio permettono di digerire? Dipende da vari fattori tra cui quanto lattosio (compresi latte e derivati) è contenuto in quel determinato alimento (ricordare che 5 gr di lattosio equivalgono a 100 ml di latte), dal dosaggio dell’integratore (unità di misura FCC ALU, UL, oppure U), ossia quante unità enzimatiche contiene (più ne hanno, più lattosio permettono di digerire) e dalle caratteristiche del proprio organismo.

E’ possibile prendere più di una compressa insieme, ma LEGGERE BENE E ATTENERSI alla posologia indicata sulla confezione e/o sul foglietto illustrativo.

NON necessitano di prescrizione medica.

Si possono acquistare in farmacia ed in parafarmacia.

Quanto dura l’effetto? La durata d’azione dell’enzima non è fissa, è soggettiva, dipende dal proprio tempo di svuotamento gastrico che a sua volta dipende da vari fattori come se il cibo è solido o liquido, dalla combinazione degli alimenti, dal tipo di alimento se ricco di grassi o di zuccheri o di carboidrati, dalla propria velocità di masticazione, dall’acidità di stomaco e dalla motilità intestinale ecc. In ogni caso l’azione non è lunga più di un’ora circa dall’assunzione dell’alimento contenente lattosio.

Per questi motivi e fattori sopraindicati, la reazione è abbastanza soggettiva. Per le esperienze riportate, alcuni persone hanno presentato sintomi di intolleranza al lattosio (meno accentuati) anche dopo l’assunzione di queste compresse. Probabilmente gli effetti manifestati sono da imputare ad altre alterazioni del tratto gastro-intestinale, ad esempio un’alterazione della flora batterica.

Inoltre, tutti gli integratori di lattasi non hanno lo stesso effetto in tutte le persone, è consigliato provarne alcuni tipi per cercare quello di adatto alle proprie esigenze.

 

N.B. La lista completa di integratori di lattasi e l’elenco di enzimi coadiuvanti la digestione sono redatti da AILI in collaborazione con Farmadati Italia Srl ed è un servizio offerto ai nostri Soci Sostenitori. Accedi all’area riservata per scaricarle

Di seguito alcuni degli integratori disponibili in commercio:

  • Digerlat è un integratore alimentare che contiene l’enzima lattasi e microrganismi vivi di Lactobacillus acidophilus, un microrganismo probiotico capace di colonizzare il tratto gastrointestinale e produrre l’enzima lattasi. Digerlact si propone anche di diminuire la gravità dell’intolleranza al lattosio, e quindi è consigliato assumere 1 capsula ogni mattina, per favorire la colonizzazione dell’intestino da parte di L. acidophilus e 1 capsula ogni 3,3 g di lattosio (65 ml di latte). Si consiglia l’assunzione di prodotti contenenti lattosio dopo 10 giorni dall’inizio del trattamento. Senza glutine. (http://www.bgtitalia.it/index.php?p=digerlat.txt&sm=prodserv&l=it)

 

  • DIGESI 9000: integratore alimentare a base di lattasi, senza glutine. In commercio da poco contiene 9000 unità di lattasi per compressa, ogni confezione ha 30 compresse. La posologia di DIGESI9000 deve essere adattata in funzione della gravità dei sintomi dovuti all’intolleranza al lattosio e alla quantità di lattosio ingerito. Una compressa è sufficiente nella maggior parte dei casi di intolleranza, essendo in grado di digerire più di 20 g di lattosio (corrispondente alla quantità di lattosio contenuta in 400 ml di latte). Se i sintomi persistono può essere assunta una seconda compressa.
    Si consiglia di assumere 1 compressa (da masticare o ingerire intera) con il primo boccone o sorso di cibi rispettivamente solidi o liquidi contenenti lattosio. Se dopo 20-45 minuti si continua ad ingerire cibi con lattosio si consiglia di assumere un’altra compressa. Si consiglia l’uso negli adulti e nei bambini al di sopra dei 10 anni di età. (http://www.farmagens.it/index.php/it/prodotti/immunogastroenterologia/317-digesi-9000)

 

  • Lacdigest* è un integratore in compresse da assumere poco prima del pasto; la posologia deve essere adattata caso per caso in funzione della gravità dei sintomi dovuti all’intolleranza al lattosio ed alla quantità di lattosio ingerito. La posologia abituale è la seguente: adulti e bambini sopra i tre anni di età, 1 compressa masticabile ogni 5 g di lattosio ingerito (equivalente a circa 100 ml di latte). Se i sintomi persistono, il dosaggio può essere aumentato. Non bisogna assumere più di 6 compresse come dose unica e di 12 compresse come dose giornaliera. Le compresse vanno masticate, od ingerite intere, subito prima di mangiare o bere il cibo contenente lattosio. (ulteriori info su http://www.paginesanitarie.com/skfarmaci/monografia%20di%20lacdigest%2050cpr%20mast%202250u.htm)

 

  • LACTOINT è un integratore alimentare, efficace per favorire la digestione del lattosio. Le capsule sono gastroprotette (acido-resistenti) e sono composte dall’enzima beta-galattosidasi (Lattasi 7.500 UI – FCC 100.000 u/g), ottenuto dalla fermentazione del fungo Aspergillus Oryzae su maltodestrine, dalla Vitamina D3 (Colecalciferolo 500 UI) utile a ripristinare un corretto metabolismo del calcio per una corretta mineralizzazione ossea, dal Coriandolo che ha un’azione antispastica e rilassante sugli organi interni (annulla gas intestinali e coliche addominali) e dalla fibra di acacia, fibra alimentare solubile che stimola la crescita della flora batterica contribuendo al suo equilibrio. La posologia deve essere adattata caso per caso in funzione della gravità dei sintomi e della quantità di lattosio ingerito. Si assume 1 Capsula di Lactoint (ogni 16 gr di lattosio equivalenti a ca 350 ml di latte) da assumere intera (senza masticare) 30 minuti prima del pasto contenente lattosio. ( http://www.cortexitalia.it/it/wp-content/uploads/2014/03/scheda-prodotto_int-2017-def.pdf )

 

  • LACTOJOY è un integratore alimentare in compressa contenente 14.500 FCC da assumere poco prima di pasti contenenti lattosio. Le compresse vanno masticate o ingerite intere. Contiene solo l’enzima lattasi e ingredienti vegetali come la fecola di patate biologica. Per i bambini è consigliabile schiacciare la compressa e dissolverla in acqua a temperatura ambiente. E’ possibile aumentare la dose a seconda della quantità di lattosio contenuto nel pasto. Non bisogna assumere più di 10 compresse come dose giornaliera. Si può assumere anche solo metà compressa contenente 7250 FCC se la quantità di lattosio da ingerire è minore. LactoJoy è prodotto in Germania e si può acquistare su Amazon. Per maggiori informazioni https://www.facebook.com/lactojoy.italia/

 

  • Silact, integratore in gocce è stato sostituito da Silact Fast* in compresse.

* Farmaci da banco, gli altri sono tutti integratori alimentari.

Attenzione a non eccedere il dosaggio prescritto dal medico e/o descritto nel foglietto illustrativo.

 

Per saperne di più su cosa è l’enzima lattasi http://www.associazioneaili.it/2014/11/13/lenzima-lattasi/