Ovetti di Pasqua Ciocco-Arancia di Welda, foodblogger di “Cioccolato & Liquirizia“, senza glutine e senza lattosio.

“Volevo un dolce che come gusto assomigliasse alle famose merendine FIESTA con quel buonissimo abbinamento cioccolato e arancia e una nota alcolica.

Questi ovetti hanno proprio lo stesso sapore, ma senza glutine e senza latticini!”

 

INGREDIENTI per circa 6 ovetti:

  • 300 grammi di cioccolato fondente extra al 70% di buonissima qualità *
  • 100 grammi di pan di Spagna o torta avanzata*
  • 1 tazzina da caffè di Cointreau o Grand Marnier *

 

Per la crema all’arancia:

200 grammi di succo di arancia non filtrato

20 grammi di amido di riso *

50/60 grammi di zucchero

 

Per la ganache al cioccolato:

80 grammi di cioccolato fondente extra al 70% *

50 grammi di latte vegetale *

 

*ingredienti a rischio contaminazione per celiaci.

 

Prima di fare gli ovetti realizzate le due creme che dovranno raffreddarsi.

 

Crema all’arancia.

Dovrà rimanere abbastanza morbida.

Mettete in un padellino l’amido e lo zucchero, versatevi sopra poco succo di arancia bollente e stemperate per non formare grumi, poi aggiungete anche l’altra parte di succo bollente. Mettete sul fuoco e fate rapprendere, mescolando in continuazione con una frusta.

Versatelo in una ciotola e coprite la superficie con zucchero semolato (non tanto!) il quale farà in modo che non si formarmi la pellicola di in superficie.

 

Ganache al cioccolato

In un padellino versate il latte e il cioccolato. Ponete sul fuoco a fiamma bassissima meglio se con un rompi fiamma.

Mescolate in continuazione fino a quando il cioccolato non sarà tutto fuso.

 

Ovetti

Per realizzare gli ovetti prima di tutto dovete avere lo stampo, io ho trovato online uno di quelli rigidi. Se non lo avete e non volete comprarlo potete realizzare lo stesso la ricetta comprando delle uova di cioccolato fondente senza glutine né lattosio, oppure servire la crema in una coppetta mettendo sul fondo delle scaglie di fondente per avere la parte croccante del dolce!

 

Per far sì che il cioccolato sia lucido e croccante dovete temperarlo.

Questa volta ho usato la tecnica dell’innesto che è più pratica e veloce.

Sciogliete a bagnomaria 200 grammi di cioccolato: mi raccomando l’acqua non deve bollire e nella pentola del cioccolato NON DEVE arrivare nemmeno il vapore.

Raggiungete la temperatura di 45 gradi e togliete il padellino dal bagnomaria. Rovesciate il cioccolato in una terrina fredda e perfettamente asciutta e iniziate a mettere a poco a poco i restanti 100 grammi di cioccolato TRITATO MOLTO FINE. Questo serve per abbassare la temperatura. Arrivate a 31/32 gradi mescolando sempre. Ora il cioccolato è pronto, una volta indurito sarà lucido, croccante ma soprattutto si staccherà da solo dallo stampo!!

 

Ora versate il cioccolato nelle formine a uovo, fatelo aderire bene alle pareti e poi ribaltate lo stampo per far colare il cioccolato in eccesso.

Fate raffreddare 5 minuti in frigo e se vedete che in alcuni punti lo strato è sottile ripetete l’operazione magari aiutandovi con un cucchiaino, cercando però di non lasciare troppo cioccolato altrimenti non riuscirete a riempire le uova.

Mettete in frigorifero (anche se non andrebbe fatto) per 15 minuti e vedrete che il cioccolato si staccherà da solo.

Vi consiglio di usare guanti a uso alimentare per toccare le uova altrimenti lascerete impronte poco estetiche!

 

Ora avete 12 metà uova.

Per creare un uovo intero basterà far scaldare una piastra PIATTA su fuoco, adagiare le due metà per UN ISTANTE e unirle, tenendo premuto qualche secondo.

Una volta chiusi bene e asciutti potete inciderli con un coltellino molto affilato (io ho usato uno spelucchino) fatto scaldare sulla fiamma.

 

Ora avete le vostre uova da poter riempire!!

 

Prendete la crema, la ganache, la torta avanzata e il liquore.

Versate sul fondo di ogni ovetto mezzo cucchiaino di crema all’arancia, poi due o tre pezzetti di torta, poi versate con un cucchiaino qualche goccia di liquore.

Con un dito premete la torta perché si compatti bene ma fate attenzione a non rompere l’uovo sul fondo. Se la torta è molto asciutta versate ancora qualche goccia di liquore.

Poi riempite con altra crema all’arancia fino a ricoprire appena lo strato di torta.

Versate successivamente la ganache fino a qualche millimetro dal bordo e poi ancora crema all’arancia per guarnire.

Io tutti questi passaggi con la crema li ho fatti con la sacca da pasticcere e un beccuccio liscio molto piccolo.

Decorare con scagliette di fondente.

 

Welda