Bevande vegetali: etichetta e gusto a confronto

Negli ultimi anni si è assistito ad un aumento esponenziale del consumo di alternative vegetali, soprattutto di bevande sostitutive del latte vaccino. Le bevande vegetali vengono prodotte per infusione o bollitura di legumi (soia), frutta secca (mandorle, nocciola) o cereali (riso, avena) e sono dunque naturalmente prive di lattosio. Molte di queste vengono spesso addizionate in zuccheri per mitigarne il sapore non sempre gradevole, rendendole di fatto una fonte importante di zuccheri semplici, da limitare nella nostra dieta. Trovare il giusto compromesso tra etichetta e gusto è spesso difficile, soprattutto perché è impossibile conoscere il sapore di un prodotto senza averlo assaggiato. Per questo motivo, durante l’evento del 5 maggio 2018 “Le alternative vegetali”, organizzato da Wikonsumer.org, i consumatori sono stati invitati ad assaggiare le bevande vegetali in un test di assaggio, allo scopo di raccogliere quante più informazioni possibili riguardo l’aspetto sensoriale di queste bevande. Nell’arco della giornata sono stati effettuati 470 assaggi.

I consumatori alla scoperta delle migliori bevande vegetali

I consumatori sono stati guidati dagli esperti di Wikonsumer.org nell’assaggio di 5 diverse bevande tra riso, soia e mandorla scelte in maniera randomizzata tra 12 note bevande della GDO e dei negozi specializzati. Al termine dell’assaggio è stata richiesta la compilazione di una scheda riguardo la gradevolezza generale e le caratteristiche gustative e olfattive che ogni consumatore era in grado di percepire. Queste informazioni saranno utilizzate per integrare le classifiche del latte di soia e del latte di mandorla di Wikonsumer.org e poter guidare il consumatore in una scelta consapevole al 100% perché comprensiva della valutazione dell’etichetta e del gusto.

Le bevande di soia oggetto dell’analisi sono state:

  • Valsoia – Gusto Morbido
  • Alpro – Soya Original
  • Provamel – Soya Omega
  • Allinor – Soya Drink

Quelle a base di riso:

  • Granarolo – Bevanda di Riso
  • Isolabio – Rice Natural
  • The Bridge – Rice Drink Calcio
  • sì Coop – Bevanda Biologica di Riso

Quelle a base di mandorla:

  • Granarolo – Bevanda alla mandorla
  • Fattoria della Mandorla – Mandolat
  • Fattoria della Mandorla – Mandolat Integrale
  • Valdibella – Latte di mandorla al naturale

 

Dai risultati del consumer test, che potete consultare in tabella, si evince che non sempre la qualità nutrizionale del prodotto va di pari passo con l’apprezzamento gustativo. Lo stesso attributo può essere considerato positivo da un consumatore, ma negativo per un altro. Oltre ai comuni attributi come dolce, mandorla, o vaniglia ne sono stati descritti anche altri più particolari, come cartone o fungo. Scegliere un giusto compromesso in base alle proprie necessità personali è possibile e da oggi più facile consultando le classifiche di Wilonsumer.org.

“Come ci si aspettava, i prodotti con un voto migliore di gradevolezza sono quelli con un voto etichetta più basso e i prodotti migliori sotto il profilo nutrizionale sono meno apprezzati di quelli la cui etichetta lascia molto a desiderare. C’è però una nota positiva: alcuni prodotti di media classifica come le bevande di riso The Bridge – Rice Drink Calcio, Bene.sì Coop-bevanda biologica di riso e Isolabio – Rice Natural e quella di mandorla Fattoria della Mandorla – Mandolat presentano voti simili e classificazioni simili nelle due classifiche gradevolezza ed etichetta, indice che un compromesso tra etichetta e gusto si può (e si deve) trovare.

Riconoscere quale di tre tipologie di bevanda vegetale si sta assaggiando sembra cosa facile e banale, ma non lo è. Così come individuare dei descrittori. Tra gli attributi delle bevande di soia e riso compaiono mandorla, noci e nocciole; il sapore dolce è spesso affiancato all’amaro o addirittura al salato. E tu, sei sicuro si saper riconoscere e descrivere al buio cosa stai mangiando?” (from Alimenti&Scirezza)

La redazione di Wikonsumer.org