Gli intolleranti al lattosio, abituati prima della diagnosi a consumare durante la loro colazione il latte vaccino, si pongono da subito una domanda diffusissima: cosa bere come alternativa?

Perché se è vero che il latte può non essere un alimento necessario, l’abitudine di consumare una bevanda calda appena svegli può creare una sorta di agitazione per coloro che non possono più bere latte.

Tranquilli oggi in commercio esistono numerose formulazioni, che possono sostituire questa abitudine, appartenenti cioè alla categoria definita con il termine “latte vegetale”, tutte naturalmente prive di lattosio.

In realtà il termine latte è usato impropriamente perché si definisce tale solo il prodotto ottenuto dalla mungitura degli animali, mentre quella che si acquista è una bevanda derivata ad esempio dalla soia. Vediamo nel dettaglio alcune bevande più comuni.

“È del 14 Giugno la sentenza della Corte di Giustizia europea (sentenza C-422/16 del 14 giugno 2017) che fa chiarezza sull’utilizzo della denominazione “latte” nei prodotti alimentari. Secondo la sentenza tale denominazione, così come le denominazioni che si riferiscono a prodotti lattiero caseari (quali “crema di latte o panna”, “chantilly”, “burro”, “formaggio” ecc.), non può essere utilizzata per la commercializzazione e la pubblicità di prodotti puramente vegetali, in quanto riservata al latte e ai prodotti derivati dal latte, ossia prodotti di origine esclusivamente animale.” (Fonte: Gruppo Maurizi)

Le alternative vegetali

Bevanda a base di soia

Deriva dalla soia, un legume, ha un buon contenuto in proteine, vitamine e minerali, non contiene i grassi tipici invece del latte vaccino e ha pochissimi zuccheri. Derivando dalla soia il rischio possibile è la presenza di fitati, molecole che impediscono l’assorbimento di micronutrienti ed inoltre è da sconsigliare se si hanno problemi alla tiroide.

Attenzione ad eventuali allergie alla soia.

 

Bevanda a base di riso

Ottimo se allergici alla soia, ma potrebbe essere controindicato in caso di diabete in quanto contiene un’importante quantità di zuccheri semplici che innalzano la glicemia. Sarebbe opportuno scegliere un prodotto ottenuto a partire dal riso integrale, meglio se proveniente da agricoltura biologica, e fortificato con nutrienti come calcio, vitamina D e vitamina B12 naturalmente assenti in questa preparazione.

 

Bevanda a base mandorla

Tale bevanda è il risultato dell’infusione a freddo e della spremitura in acqua delle mandorle tritate.

Apporta una discreta quantità di antiossidanti, minerali, vitamine e acidi grassi insaturi potenti alleati della nostra salute.

Attenzione se si hanno allergie alla frutta in guscio.

 

Bevanda a base cocco

E’ una bevanda vegetale ottenuta per spremitura della polpa grattugiata del cocco.

E’ molto nutriente, fornisce molte calorie ed è ricco di grassi saturi pertanto va consumato con moderazione. Il latte di cocco attualmente oltre che per usi alimentari viene anche impiegato per la cura del corpo e dei capelli grazie alle sue proprietà emollienti.

 

Latte vaccino vs latte vegetale

100 g di Latte       calorie (kcal)     carboidrati (g)     grassi (g)       proteine (g)          colesterolo (mg)           

Vaccino intero               64                       4,9                      3,6                     3,3                            11

Soia                                  54                     6,28                  1,75                   3,27                          0

Riso                                  47                      9,17                  0,97                  0,28                         0

Cocco                              197                     2,81                 21,33                 2,02                         0

Mandorla                        15                      0,58                  1,10                   0,59                        0

 


A cura della Dott.ssa Marina Putzolu

 

Bibliografia:

 

Bahareh Hajirostamloo, ”Comparison of Nutritional and Chemical Parameters of Soymilk and Cow milkWorld Academy of Science, Engineering and Technology”, International Journal of Biological, Biomolecular, Agricultural, Food and Biotechnological Engineering Vol:3, No:9, 2009

 

NIIR Board of Consultants and Engineers, The Complete Book on Coconut & Coconut Products (Cultivation and Processing), Asia Pacific Business Press, 2006.

 

Larmer, Christina (2011). “The pros and cons of almond milk”. Adelaide Now.

 

https://ndb.nal.usda.gov/ndb/search/list?qlookup=&qt=&manu=&SYNCHRONIZER_URI=%2Fndb%2Fsearch%2Flist&SYNCHRONIZER_TOKEN=3a71a6ce-26ac-40f1-9b13-5b274ef7414c&ds=Standard+Reference

 

http://nut.entecra.it/646/tabelle_di_composizione_degli_alimenti.html?idalimento=135010&quant=100