Circa 3 anni fa nasce AILI, Associazione Italiana Latto-Intolleranti Onlus, che ha come obiettivo primario quello della tutela delle persone intolleranti al lattosio. In Italia questa intolleranza riguarda circa il 50% della popolazione ma ben 3 persone su 4 non sanno di esserlo.

Un dato quest’ultimo che lascia a bocca aperta e rende ancora più importante il lavoro di sensibilizzazione e informazione dell’Associazione a partire dalle informazioni di base fino a portare alla luce questo disagio alle Istituzioni.

Lo scorso giugno AILI è stata riconosciuta, dopo un incontro presso il Ministero della Salute a Roma, come Associazione di riferimento per gli intolleranti al lattosio, ottenendo altresì di essere interpellati per tutte quelle situazioni dove a livello ministeriale verrà trattata la gestione di questa intolleranza.
A distanza di quasi un anno, il 20 Aprile p.v. il Presidente di AILI, Maria Sole Facioni, ed il Vice Presidente Eleonora Zeni, saranno ricevute al Parlamento Europeo di Bruxelles dall’Onorevole Professor Giovanni La Via, Presidente della Commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare del Parlamento Europeo.

E’ per noi decisivo e molto importante questo incontro, dichiara Maria Sole Facioni, soprattutto per far chiarezza sul tema del “senza lattosio” non ancora determinato con un valore soglia adeguato, comune a tutti gli Stati membri.”

“Vogliamo far conoscere l’esistenza di AILI, aggiunge Eleonora Zeni, essere riconosciuti anche a livello comunitario, potendo così creare nuove collaborazioni con le Associazioni Europee.”
L’associazione è molto orgogliosa dei piccoli traguardi raggiunti e si impegna sempre più a migliorare la qualità di vita delle persone intolleranti al lattosio.