Dato che il lattosio è uno zucchero, molto spesso ci viene chiesto se un prodotto che riporta in etichetta nutrizionale “Carboidrati Zero, di cui Zuccheri Zero” e non specifica se contiene o meno lattosio, sia idoneo alla dieta degli intolleranti lattosio.

Cerchiamo di fare chiarezza sulla questione circa la quantità dichiarata in etichetta nutrizionale di zuccheri e lattosio.

Attualmente non esiste nessuna normativa che disciplina questo argomento, però ci sono delle linee guida emanate dalla Commissione Europea – Direzione Generale Salute e ConsumatoriGuida destinata alle autorità competenti per il controllo del rispetto dei seguenti atti legislativi dell’UE …. per quanto concerne la fissazione delle tolleranze per i valori nutrizionali indicati in etichetta.

Al punto 6 vengono elencate le “Regole di arrotondamento dei valori per gli alimenti” in cui è  indicato molto chiaramente che per il contenuto di zuccheri inferiore a 0,5 g/100 g (%) può essere riportato in etichetta 0 g; ne consegue che se in un’etichetta nutrizionale il valore riportato di zuccheri è 0 non vi è nessuna garanzia che la concentrazione di lattosio sia inferiore a 0,1% né tanto meno a 0,01 % o addirittura che sia assente (in chimica analitica la parola assente non ha alcun significato ma si deve sempre parlare di inferiore a ..).

Quindi da un punto di vista numerico il valore zero di zuccheri non fornisce nessuna informazione sull’eventuale presenza di lattosio ed il suo livello di concentrazione. Bisogna però considerare che se non vengono usati claims quali “senza lattosio” o “a basso/ridotto contenuto di lattosio” non vi è la necessità di nessuna specifica indicazione, ma è sufficiente riportare in etichetta nutrizionale il solo valore degli zuccheri.

A cura del

Dott. Paolo Pucci, Chimico